Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 10:00 a 13:00

Una nuova stagione nel contrasto alla corruzione [ C.09 ]

 Adozione di piani anticorruzione, premi e anonimato per chi denuncia reati contro la pubblica amministrazione, sistema di rotazione per i funzionari che lavorano nei settori più a rischio, nuove incompatibilità. Sono queste alcune delle proposte elaborate dalla Commissione per lo studio e l’elaborazione di proposte in tema di trasparenza e prevenzione della corruzione nella pubblica amministrazione. Il convegno metterà in luce il punto di vista della  Commissione che è stata istituita dal ministro per la Pubblica amministrazione, Filippo Patroni Griffi e lo confronterà con il parere di importanti figure che operano in situazioni "a rischio" come i Comuni del Sud e la sanità.

Programma dei lavori

Chairperson

Garofoli
Intervento di apertura
Roberto Garofoli Capo di Gabinetto del Ministro per la Pubblica amministrazione e la Semplificazione - e coordinatore della commissione per la lotta alla corruzione Biografia Vedi atti

Dal 1999 è Magistrato del Consiglio di Stato.

Ha svolto funzioni di giudice penale e civile presso i Tribunali di Taranto e Trani dal 1994 al 1999, occupandosi di delicati processi anche di mafia, in specie come giudice estensore in vicende per concorso esterno in associazione mafiosa.

Nel 1999 supera il concorso per Magistrato TAR, assumendo funzioni presso il TAR Puglia, Sez. di Bari. Nello stesso anno si classifica primo al concorso per Magistrato del Consiglio di Stato, assumendo le relative funzioni nelle Sezioni giurisdizionali e consultive.

È stato docente della LUISS di Roma, consulente giuridico del Governo, componente del Centro nazionale per l’informatica presso la pubblica amministrazione, coordinatore presso il Ministero dell’Interno del gruppo per l’elaborazione del Testo unico sulla protezione civile, prevenzione incendi, capo Ufficio Legislativo del Ministero degli Affari Esteri, componente della Commissione per il nuovo processo amministrativo.

E' stato Capo di gabinetto del Ministro per la Pubblica amministrazione e la Semplificazione e Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Chiudi

Atti di questo intervento

00_c_09_garofoli_roberto.mp3

Chiudi

de Magistris
Intervento
Luigi de Magistris Sindaco - di Napoli Biografia Vedi atti

E' Sindaco di Napoli dal 30 maggio 2011. Superato il concorso in magistratura a soli 26 anni e svolto il tirocinio a Napoli, inizia ad esercitare le funzioni giudiziarie come Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro, dove presta il suo impegno dal 1996 al 1998. Tornato a Napoli nel 1999, per sua volontà, dove svolge le stesse funzioni di Pm fino al 2002, continua a dedicarsi ai reati commessi dalla criminalità dei cosiddetti "colletti bianchi", oltre ai reati del crimine organizzato in generale. Dal 2003 al 2008 ritorna a fare il Pm in Calabria, a Catanzaro, dove è titolare di indagini rilevanti, tra cui Toghe Lucane, Poseidone e Why Not.
Nel 2009 è eletto parlamentare europeo. In Europa riveste il ruolo di presidente della Commissione controllo dei bilanci. Le interrogazioni che presenta alla Commissione e al Consiglio riguardano la politica della sicurezza messa in atto dal Governo, quindi il delicato tema dei diritti dei migranti (espulsioni di clandestini, rimpatri indiscriminati e caso Rosarno), ma anche il provvedimento dello scudo fiscale, contro il quale si è battuto insieme ad altri colleghi di altre formazioni partitiche. Intenso, inoltre, il suo impegno nella battaglia per la libertà di informazione e per la trasparenza nell'impiego dei fondi comunitari destinati alla ricostruzione dell'Abruzzo post terremoto. Per quanto riguarda la Campania, presenta diverse interrogazioni sulla questione dei rifiuti, in particolare contro la discarica di Chiaiano e in merito alla cosiddetta Terra dei fuochi, della riqualificazione dell'ex sito industriale di Bagnoli, del diritto di sciopero degli operai Fiat di Pomigliano d'Arco, del crollo avvenuto agli scavi di Pompei e della privatizzazione della gestione dell'acqua. 

Chiudi

Sommese
Intervento
Pasquale Sommese Assessore Affari generali, gestione e formazione del personale, Sviluppo e promozione del turismo, Strutture ricettive e infrastrutture turistiche, Beni culturali - Regione Campania Vedi atti
Cantone
Intervento
Raffaele Cantone Magistrato - Suprema Corte di Cassazione Biografia Vedi atti

Nato a Napoli, cresce a Giuliano. È entrato in magistratura nel 1991. È stato sostituto procuratore presso il tribunale di Napoli fino al 1999, anno in cui è entrato nella Direzione distrettuale antimafia napoletana di cui ha fatto parte fino al 2007. Si è occupato delle indagini sul clan camorristico dei Casalesi, riuscendo ad ottenere la condanna all'ergastolo dei più importanti capi del gruppo. Si è occupato anche delle indagini sulle infiltrazioni dei clan casertani all'estero; in particolare in Scozia. Ha curato il filone di indagini che hanno riguardato gli investimenti del gruppo Zagaria a Parma e a Milano facendo condannare per associazione camorristica un importante immobiliarista di Parma. 

Ha lavorato presso l'Ufficio del Massimario della Suprema Corte di Cassazione.

Il 18 giugno 2013, il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, lo nomina componente della task force per l'elaborazione di proposte in tema di lotta alla criminalità organizzata.

È presidente onorario del presidio di "Libera" (Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie) di Giugliano, in provincia di Napoli, dedicato a Mena Morlando, vittima innocente di camorra.

Il 27 marzo 2014 il Presidente del Consiglio Matteo Renzi lo nomina Presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, nomina confermata dalla commissione affari costituzionali del Senato all'unanimità.

Chiudi

Frattasi
Intervento
Bruno Frattasi Capo Ufficio Legislativo Gabinetto del Ministro - Ministero dell'Interno Biografia Vedi atti

Bruno Frattasi è nato a Napoli il 24 aprile 1956. E' sposato con due figli.

Si laurea presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Napoli "Federico Il". Nel 1981 vince il concorso per l'accesso alla carriera prefettizia. Svolge la sua attività a Roma, presso il Ministero dell'Interno, dapprima presso la Direzione generale del Personale, poi presso l'Ufficio Legislativo in materia di ordinamento della pubblica amministrazione nonché in materia di pubblica sicurezza.

Dal 1998 entra a far parte dello staff di diretta collaborazione del Ministro dell'Interno presso l'Ufficio dì Gabinetto. Nel 2005 è nominato Prefetto della Repubblica. Dal novembre 2006 al giugno 2007 ricopre l'incarico di commissario straordinario del Comune di Gaeta. Dal 6 agosto 2007 al 29 dicembre 2009 ha ricoperto l'incarico di Prefetto dì Latina. Dal 30 dicembre 2009 al 29 novembre 2011 è stato Direttore dell'Ufficio per il Coordinamento e la Pianificazione delle Forze di Polizia presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Dal 1 dicembre 2011 al 1 aprile 2012 è stato Capo della Segreteria del Ministro dell’Interno. Dal 2 aprile 2012 ha assunto l’incarico di Direttore dell’Ufficio Affari Legislativi e Relazioni Parlamentari. E’ stato Coordinatore del Comitato di Coordinamento per l'Alta Sorveglianza delle Grandi Opere fino all’inizio del 2014. Durante la sua attività ha fatto parte dì delegazioni governative in importanti assise internazionali, tra cui la partecipazione alla delegazione governativa italiana nell'ambito del Gruppo finanziario per la lotta al riciclaggio (GAFI). Ha pubblicato diversi saggi specialistici in materia di documentazione antimafia ed è coautore di diverse pubblicazioni scientifiche di commento al codice antimafia ed alla tracciabilità finanziaria dei pagamenti dei contratti pubblici. È presidente dell'Associazione Funzionari dell'Amministrazione Civile dell'Interno (ANFACI). Dal 15 agosto 2016 al 3 febbraio 2019 è stato Capo Dipartimento dei Vigili del fuoco, del Soccorso pubblico e della difesa civile. Dal 4 febbraio 2019 è Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

Chiudi

Scognamiglio
Intervento
Gaetano Scognamiglio Presidente - Promo P.A. Fondazione Vedi atti
Del Favero
Intervento
Angelo Lino Del Favero Presidente Nazionale Federsanità ANCI - Direttore Generale - Azienda Sanitaria Ospedaliera Molinette Biografia Vedi atti

Angelo Lino Del Favero, 64 anni, è dal Marzo 2014 Direttore dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità). Presidente di Federsanità – ANCI dal 2009, ha ricoperto l’incarico di Direttore Generale per diverse aziende, per ultimo dell’Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino. Proveniente dal settore privato ha seguito sia sul piano della ricerca sia su quello operativo, le tematiche di innovazione organizzativa e gestionale in particolare nell’area del rapporto pubblico privato – governo dei costi e accuntability – processi di qualità – reingegnerizzazione del processi produttivi dei servizi. È stato consulente esperto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi e dell’attuale Ministro della Sanità Beatrice Lorenzin, membro della Commissione tecnica paritetica per l’attuazione del federalismo fiscale (COPAFF) e consulente di alcune Regioni interessate dai piani di rientro per il settore sanitario.  È inoltre docente all’Università Luiss Guido Carli (Divisione Luiss business school) e membro dell’Aies (Associazione italiana di economia sanitaria). Del Favero è anche socio SIQuAS-VRQ (Società italiana per la qualità dell’assistenza sanitaria), e autore di numerose pubblicazioni in materia di management sanitario.

Chiudi

Torna alla home